I LOVE JAZZ!

Chi è online

We have 2 guests online
Fiorenzo Zeni - Official Site

24 gennaio 2016

Written by Fiorenzo Zeni Saturday, 16 January 2016 14:27
PDFPrintE-mail
There are no translations available.

24 gennaio 2016

Casinò di Arco - Domeniche in Musica

XXI^ edizione

Ziganoff Jazzmer Band

Dal Gipsy al Klezmer

Dalla Bessarabia all'Ukraina

Dalla Transilvania allo Jemen

Special guest:

Claudia Zadra - voce

Michele Vurchio - percussioni

 

domeniche in musica loc 30x60-2016 definitiva

Last Updated on Saturday, 16 January 2016 14:34
 

26 gennaio 2016

Written by Fiorenzo Zeni Saturday, 16 January 2016 14:18
PDFPrintE-mail
There are no translations available.

26 gennaio 2016

Sala della Filarmonica, via Verdi, 30 - Trento

Concerto per la memoria

Ziganoff Jazzmer Band

Special guest:

Claudia Zadra - voce

Michele Vurchio - percussioni

 

 

26_1_16 trento

programma-sala_ziganoff

Last Updated on Saturday, 16 January 2016 14:35
 

10 ottobre 2015

Written by Fiorenzo Zeni Friday, 25 September 2015 08:48
PDFPrintE-mail
There are no translations available.

10 ottobre 2015 ore 20.30

Teatro Comunale di Gries - Bolzano

Ziganoff Jazzmer Band & Claudia Zadra in "Rosa & Klezmer"

Con la partecipazione straordinaria di Igor Polesitzki (1^ viola del Maggio Fiorentino)

rosa&klezmer

Last Updated on Friday, 25 September 2015 08:59
   

Concerti di ottobre

Written by Fiorenzo Zeni Thursday, 24 September 2015 11:23
PDFPrintE-mail
There are no translations available.

Prossimi concerti a ottobre:

1 ottobre: Ospite con la Fa.Re. Jazz Big Band al Well Cafè di Trento (teatro Santa Chiara; ore 21.00

8 ottobre: Ziganoff Jazzmer Band a Rovereto c/o Serndipity di via Parteli, 17; ore 20.30

9 ottobre: Jemm Music Project al teatro di San Giacomo (BZ); ore 20.30

10 ottobre: Ziganoff Jazzmer Band al teatro Gries di Bolzano per la giornata della salute mentale; ospite il violinista Igor Polesitski

14 ottobre: Portrait a Django Reinhardt al teatro Puccini di Merano; ore 21.00

17 ottobre: NANO NANO quando la tv era....con la New Project Funk Orchestra a Mirandola; ore 21.00

 

26 LUSH MUSIC

Written by Fiorenzo Zeni Sunday, 24 May 2015 08:32
PDFPrintE-mail
There are no translations available.

NP STRAY HORNS

Lush Music

lush music

Lush Music: il meraviglioso caleidoscopio di Billy Strayhorn

 
Negli ultimi anni gli studi e gli approfondimenti sulla figura, il ruolo e l’arte di Billy Strayhorn hanno portato sempre più gli studiosi e i musicisti a valorizzarne la personalità, affrancan- dola dal cono d’ombra della immensa figura di Duke Ellington di cui fu stretto collaboratore per quasi trent’anni. Il centenario della sua nascita - nel 2015 - ha dato nuovo impulso e stimoli agli approfondimenti sull’arte e le grandi qualità musicali di Stray, come veniva chiamato dai musicisti dell’orchestra. Ellington, che ebbe con lui un profondissimo rappor- to umano e artistico, non nascose mai la sua ammirazione e gratitudine esprimendola così nella sua celebre autobiografia Music Is My Mistress (1973): "Billy Strayhorn was my right arm, my left arm, all the eyes in the back of my head, my brain waves in his head, and his in mine." La sua attività nella compagine ellingtoniana si svolse nei ruoli di compositore, arrangiatore e pianista (sia in studio che dal vivo), portando una certa trasparenza nell’orchestrazione del complesso linguaggio armonico del leader e - con alcune delle sue composizioni - una coloritura classicheggiante: oltre ad avere collaborato alle opere di ampio respiro in capola- vori quali Such Sweet Thunder, A Drum Is a Woman, The Perfume Suite, The Far East Suite, Anatomy of a Murder, The Nutcracker Suite, egli scrisse una serie di brani che divennero delle hit dell’orchestra tra cui spiccano Take the "A" Train e Chelsea Bridge. In questo album l’ensemble N.P. Stray Horns, nato nell’ambito delle attività dell’Associazione New Project attiva tra Trento e Bolzano, incontra la musica di Strayhorn, rileggendo alcuni capolavori della sua produzione, dal giovanile e celeberrimo Lush Life all’ultima opera registrata postuma pochi mesi dopo la sua prematura scomparsa nel 1967 da Ellington stesso, Bloody Count. Il progetto è stato concepito come una opera collettiva, in cui molti dei musicisti coinvolti hanno dato un contributo arrangiando le pagine originali, dando vita a un caleidoscopio sonoro in cui la musica del compositore afroamericano è stata riletta con rispetto, ma anche con un certo spirito di avventura che contraddistingue sovente le reinterpretazioni jazzistiche.


Roberto Spadoni


VIDEO:

JOHNNY COME LATELY - tratto dal CD "Lush Music", NP Stray Horns


Last Updated on Sunday, 24 May 2015 08:51
   

Page 1 of 2

<< Start < Prev 1 2 Next > End >>